Anche il Kavala cambia proprietà

Dopo nemmeno qualche giorno dalla notizia dell’acquisto delle quote di maggioranza del Kallithea da parte dell’imprenditore statunitense Barroway, anche il Kavala cambia proprietà. La società degli Αργοναύτες è stata rilevata dall’imprenditore iraniano-canadese Alex Haditaghi, che nella sua carriera lavorativa si è maggiormente occupato di mutui, riuscendo ad aprire diverse aziende le quali, nel corso degli anni, hanno generato ricavi per oltre 45 miliardi di dollari.

Durante la giornata di venerdì 6 agosto è stato finalizzato l’accordo tra l’acquirente iraniano-canadese Alexander Haditagi ed i tre maggiori azionisti del Kavala, Antonis Antoniou, Sotiri Delikari e Antonis Katsamakidis. L’accordo è stato raggiunto alla presenza dell’avvocato di PAE AOK 1965, il sig. Charalambos Koufatzis e del rappresentante legale di Haditagi, il sig. Kevrekakis.

Dopo aver risolto le questioni formali, questo pomeriggio Alex Haditagi ha visitato lo stadio municipale Anthi Karagianni, entrando in contatto con le strutture societarie. È stato accompagnato da Ricky Gomes, portiere portoghese 28enne che vestirà un ruolo importante all’interno dello staff tecnico del club, e dal suo collaboratore in loco Nikos Mavrommatis, oltre che dai rappresentanti dell’amministrazione del Comune di Kavala, Apostolos Moumtsakis e Costas Pefanis. Quasi certamente Haditagi chiederà di intervenire nell’area adiacente l’Anthi Karagiannis, poiché non è sembrato particolarmente soddisfatto di quanto visto. Tutte le future modifiche saranno effettuate in collaborazione con il comune di Kavala.

Nonostante l’esito positivo della trattativa, si è trattato di una negoziazione lunga (un anno), estenuante e più volte ad un passo dal naufragare: tutte caratteristiche tipiche della burocrazia greca. Infatti, secondo quanto scritto da Haditagi qualche settimana fa prima di concludere le trattative, la vecchia proprietà si sarebbe mossa troppo in ritardo per quanto riguarda la finalizzazione della proposta e la lettera di garanzia.

Le partite dovrebbero essere disputate sui campi di calcio e non nelle lettere, giocando con le speranze e i sogni delle persone della città che amano e lottano per la squadra.

Quella che segue è la mia risposta alla vostra proposta politica, ma non sostanziale:

La lettera di garanzia di 150.000 euro è del tutto accettabile, in quanto necessaria per partecipare al prossimo campionato. Posso far avere questi soldi sul conto bancario del signor Kevrekakis entro 48 ore.

Secondo quanto ho capito, (la lettera di garanzia, ndr) dovrebbe essere presentata entro lunedì perché altrimenti la squadra sarà retrocessa in terza categoria. Vorrei chiedere agli organi competenti di concedere più tempo in modo da finalizzare il vostro accordo con il sottoscritto. Forse solo un’altra settimana.

È un vero peccato che ci siano voluti mesi per farlo; mi hai inviato questa richiesta domenica sera, all’ultimo minuto e poche ore prima della scadenza senza un accordo scritto tra di noi.

Per favore, non prenderla nel modo sbagliato, ma trovo difficile credere che farai qualsiasi cosa senza il contratto/accordo firmato tra di noi. Suggerirei a lei e ai rappresentanti della città di parlare con gli organi competenti e chiedere una proroga di una settimana. Se le vostre intenzioni sono serie, verrò a Kavala nei prossimi 2-3 giorni per firmare i contratti e finalizzare l’accordo.

Anche il deposito di 100.000 euro non è un problema e sarò felice di inviarli al signor Kevrekakis, come parte del mio accordo firmato con voi.

Considero la richiesta di un deposito di 1.000.000 di euro come un gioco di strategia senza senso da parte vostra e mi chiedo quanto seriamente vogliate vendermi le azioni del club.

Mi dedicherò alla squadra costruendo una società vincente dentro e fuori dal campo. Non ho alcun interesse a coinvolgere la vostra influenza e la politica in questo gruppo dopo la vendita delle azioni. Voglio che AOK e la gente di Kavala abbiano una squadra vincente, senza alcuna influenza da parte vostra.

Spenderò tutto il necessario per rendere tutti orgogliosi e costruire una grande squadra, a un costo che può essere di €1.000.000 o €10.000.000. Ma questo non dovrebbe essere un vostro problema.

Spero che la mia risposta rapida e chiara sia una prova forte della mia serietà e disponibilità a concludere d’accordo! Spero di non dover aspettare molto per ricevere una vostra risposta.

Tuttavia, i tre azionisti di maggioranza greci hanno firmato il trasferimento delle quote all’imprenditore iraniano-canadese, il quale ha già depositato l’importo della lettera di garanzia. Se la parte relativa al cambio di proprietà sembra essere risolta, l’iscrizione pare essere ancora un nodo da sciogliere: formalmente la squadra non risulta ancora iscritta al girone nord della Super League 2, ma filtra un certo ottimismo in quanto il governo sarebbe propenso a concedere una proroga proprio a causa del cambio di proprietà.

Seguiteci sui nostri account Instagram e Facebook!


I contenuti presenti sul blog “Il Calcio Greco” sono di proprietà de “Il Calcio Greco”.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma non autorizzate espressamente dall’autore.
Copyright © 2016-2021 Il Calcio Greco. Tutti i diritti riservati.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...