«Maradona obiettivo del Panathinaikos!»

maradona_panathinaikos.jpg

«Si tratta del più grande calciatore del mondo» recita l’occhiello di questa storica prima pagina.

Caliamoci nel contesto di quel periodo molto particolare.
5 aprile 1980, Sabato Santo per la Grecia ortodossa. Le squadre stanno concludendo un campionato che sarà conquistato dall’Olympiakos nello spareggio contro l’Aris.

L’Alpha Ethniki 1979-1980 è un torneo storico: infatti, è il primo dell’era del professionismo nel calcio greco. Nel 1979 viene votata la legge 879 che prevedeva la conversione delle società di Alpha Ethniki in Società Anonime Calcistiche (ΠΑΕ – Ποδοσφαιρικές Ανώνυμες Εταιρείες) con azionisti e capitali, come in un’azienda. Questo favorisce l’ingresso di imprenditori da altri settori e rivoluzionerà definitivamente il calcio ellenico.

Nel Panathinaikos, dal 17 luglio 1979 il 54% del pacchetto azionario è in mano a tre membri della ricca famiglia Vardinogiannis, imprenditori del mondo petrolifero. Giorgos Vardinogiannis sarà il presidente del Trifylli per ben 21 anni, fino all’alba del terzo millennio. Una mossa che arriva dal… Pireo!

Infatti, Giorgos Vardinogiannis è un grande amico di Stavros Daifàs, armatore greco, il quale era a capo della cordata che aveva rilevato l’Olympiakos poco tempo prima:

Il giorno che ho acquistato l’Olympiakos ho incontrato Giorgos Vardinogiannis e gli ho proposto di comprare il Panathinaikos per dare il via ad un concreto rinnovamento del nostro calcio. Ho detto la stessa cosa anche a Vardis Vardinogiannis (fratello di Giorgos) e sono andati l’altro giorno da Jack Nikolaidis (che gestiva l’allora società) e hanno acquistato il Panathinaikos.

Insomma, gli anni Ottanta saranno dominati dal dualismo Vardinogiannis-Daifàs, con citazioni in tribunale, giocatori che passano da una sponda all’altra e colpi (o solamente titoli) sensazionalistici.

Tra questi, spicca sicuramente quello indicato in foto, ripescato tempo fa da una pagina Facebook con vecchi ritagli di giornali sportivi.

Il settimanale vicino ai verdi Panathinaikà Nea, in quel Sabato Santo di quattro decenni fa, piazza la bomba: «Maradona obiettivo del Panathinaikos!»Diego è ancora un adolescente, non ha compiuto nemmeno 20 anni, gioca nell’Argentinos Juniors ed è già stato convocato in Nazionale. La notizia ha dell’incredibile: la famiglia Vardinogiannis vuole colpire l’Olympiakos con questo fenomeno.

Solo che il 20 febbraio 1981, quasi un anno dopo quella prima pagina, Maradona firma col Boca Juniors e il resto è storia…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...