Come può finire questa Super League 1?

bala

L’emergenza sanitaria sta stravolgendo le nostre vite e anche il gioco del calcio, che ora sta cercando delle soluzioni per portare a termine questa stagione. In Grecia come nel resto del mondo. Domani alle 16.00 (ora greca) è prevista una riunione – in via telematica con Microsoft Teams – del C.d.A della Super League 1 per decidere le sorti di questo campionato.

In questo articolo vi spiegheremo le varie possibilità con cui può concludersi questa Super League 1.

1) Si riparte a fine maggio a porte chiuse e in 40 giorni si giocano tutte le partite rimaste, così si salvano i diritti televisivi e si rispettano le scadenze UEFA

Questa sarebbe la posizione prevalente tra i massimi dirigenti delle società greche e si avvicina molto alla volontà della UEFA, che vorrebbe la regolare conclusione dei campionati. I centri sportivi, come decretato dal governo Mitsotakis, restano chiusi fino all’11 aprile e con molta probabilità la chiusura verrà estesa al 30 aprile. Ciò significa che per un mese intero i giocatori non potranno fare nemmeno un allenamento e gli inizi di maggio, sempre se si ritorna alla normalità, sarebbero dedicati esclusivamente alla preparazione.

Secondo un’indiscrezione dal giornale Live Sport, esiste già un piano per la ripartenza.
La prima giornata di playoff/playout si gioca nel weekend 23-24 maggio, però alcuni dirigenti puntano sul 30-31 maggio, affinché le squadre siano più preparate.

Le partite della post season, le semifinali di ritorno e la finale di Coppa: tutto entro la metà di luglio e senza spettatori, in modo da consegnare ufficialmente i nomi per l’Europa all’UEFA rispettando le scadenze e salvare anche l’aspetto economico.

Infatti, il calcio greco si basa molto sui diritti televisivi, da cui dipendono tante squadre della fascia medio-bassa: la Super League 1 sempre seguendo Live Sport, ha un accordo di principio con la pay-tv NOVA per far svolgere il campionato in tutti i weekend, con un paio di infrasettimanali.

In questo piano non è stato affrontato un problema importante: come potranno scendere in campo a luglio giocatori che hanno il contratto in scadenza il 30 giugno? La questione sarà molto spinosa.

2) Dopo 26 giornate si può anche chiudere qua. Ma l’Olympiakos sarà campione?

Il campionato greco è uno dei pochi in Europa che ha una regular season e, in seguito, una seconda fase di playoff e playout. Le 14 squadre hanno giocato contro tutte, quindi questo può essere un fattore per chiudere tutto e rivedersi, forse, ad agosto. Solo che si andrebbe contro il regolamento del campionato approvato lo scorso luglio con la presenza della post season: un aspetto che tanti dirigenti, con le loro dichiarazioni, hanno sottolineato.

Tuttavia, e qui scoviamo una grossa falla, la Federcalcio greca è riuscita a non prevedere assolutamente nulla nel caso in cui il campionato non si conclude! Infatti, se la Super League 1 2019-2020 finisce con la sola regular season, il regolamento non prevede che il primo classificato (l’Olympiakos in questo caso, ndr) diventi automaticamente campione.

Se domani la Super League 1 decide per la conclusione definitiva del campionato e l’Olympiakos – a +7 sul PAOK sul campo e a +14 se rimane la penalizzazione dei bianconeri – non è campione… saremo pronti per un’aspra battaglia legale, questo è sicuro.

3) Si blocca tutto e nella stagione 2020-2021 vedremo 16 squadre al posto di 14

Lo scenario più improbabile. La Super League 1 blocca le retrocessioni e la Federcalcio decide che le prime due della Super League 2 (PAS Giannina e Apollon Smyrnis in questo momento, ndr) vengano promosse automaticamente.

Ricorda molto quello che successe in Jugoslavia per il campionato 1998-1999: a seguito dei bombardamenti NATO partiti il 24 marzo 1999, la Prva Liga si fermò, bloccò le retrocessioni e vennero promosse le prime e le seconde classificate della seconda divisione, portando all’allargamento delle squadre partecipanti nel campionato successivo.

Una possibilità che la pay-tv NOVA, detentrice dei diritti della maggior parte delle squadre della Super League 1, ha definitivamente escluso, con queste dure parole tratte dal comunicato di lunedì scorso:

I dati economici del mercato calcistico greco in questi ultimi anni forse impongono un’ulteriore diminuzione delle società a 12 anziché un aumento a 16, secondo le realistiche condizioni del mercato finanziario della Grecia del 2020.

E gli altri sport come si stanno comportando?

Lunedì 23 marzo, la Basket League ha deciso all’unanimità che il campionato 2019-2020 si conclude con quasi tre mesi di anticipo, senza una decisione sull’assegnazione del trofeo.
La Volley League, sempre il 23 marzo, ha deciso per la sospensione fino al 30 aprile.
La Federazione tennis tavolo greca ha sospeso i tornei fino al 30 aprile.
La Federazione di Atletica Leggera greca ha sospeso tutte le gare fino al 17 maggio.
La Federazione Ginnastica greca ha sospeso tutte le gare fino al 31 maggio.
Le Federazioni greche di Scherma e di Pallamano hanno sospeso tutte le gare fino a nuovo ordine.

 

Seguiteci sui nostri account Instagram e Facebook!


I contenuti presenti sul blog “Il Calcio Greco” sono di proprietà de “Il Calcio Greco”.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma non autorizzate espressamente dall’autore.
Copyright © 2016-2020 Il Calcio Greco. Tutti i diritti riservati.

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...