Massimo Carrera e l’AEK: è un rapporto che sta funzionando?

carrera

Sono passati due mesi dalla prima partita di Massimo Carrera sulla panchina dell’AEK – vittoria in trasferta contro lo Xanthi con rete di Galanopoulos lo scorso 14 dicembre ed è il momento di tracciare un primo bilancio del tecnico sestese ad Atene.

In un periodo in cui i gialloneri cercavano stabilità in modo tale da mantenere il terzo posto in vista dei playoff, Massimo Carrera sembra la persona giusta nel momento giusto. Il suo calcio non è spettacolare ma punta molto alla sostanza, al risultato. E noi proviamo ad analizzarlo con i numeri, quelli che contano.

LA DIFESA: DA RIVEDIBILE A UN FORTINO INESPUGNABILE

Tredici partite giocate tra campionato e Coppa: otto vittorie, quattro pareggi e una sola sconfitta contro il PAOK. Ma il dato più sorprendente è nella casella delle reti subite.

Con le precedenti gestioni di Cardoso Kostenoglou in questa stagione, l’AEK è stata trafitta 21 volte in 17 partite (media di 1.23 reti/partita). Massimo Carrera, da buon ex difensore, ha blindato il settore difensivo e le reti subite sono solo 6 in 13 partite (0.46 reti/partita), con ben 7 partite con la porta inviolata: gli avversari non sono mai riusciti a segnare più di una rete alla nuova AEK targata Carrera!

Infine, il tallone d’Achille dei gialloneri erano le azioni da fermo con le precedenti gestioni: con Carrera non ha mai subito alcuna rete in questo modo. Il lavoro c’è e si vede, con il terzo posto in campionato ormai in tasca in vista dei playoff e una semifinale di Coppa da conquistare.

È UN’AEK DEMOCRATICA IN CAMPO E NEI GOL

Diciotto reti segnate da tredici (!) giocatori diversi: Galanopoulos, Mantalos (2), Livaja (3), Verde, Oliveira (2), Simoes, Lopes, Oikonomou, Albanis (2), Klonaridis, Krsticic, Svarnas e Araujo.

Tredici formazioni diverse in altrettante partite e un rotation che da quelle parti non si vedeva da tanto tempo, con ben ventotto giocatori che sono scesi in campo in questi due mesi e alcuni giocatori letteralmente rivitalizzati.

Vranjes Livaja che sono al totale servizio della squadra, Svarnas Krsticic ormai titolari fissi, i terzini Bakakis Lopes insostituibili e i nuovi acquisti SzymańskiAraujo già entrati nei meccanismi di Carrera.

Tutte le scelte che sta prendendo l’ex Juventus Spartak Mosca sono azzeccate.

Finora, il lavoro di Massimo Carrera è pienamente positivo. Un’operazione extreme makeover, ancora in corso, che sta dando già i primi frutti.

Seguiteci sui nostri account Instagram e Facebook!


I contenuti presenti sul blog “Il Calcio Greco” sono di proprietà de “Il Calcio Greco”.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma non autorizzate espressamente dall’autore.
Copyright © 2016-2020 Il Calcio Greco. Tutti i diritti riservati.

 

 

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...