La lista UEFA dell’Olympiakos è un grande mal di testa per Pedro Martins

SUPERLEAGUE / ÁÑÇÓ - ÏÓÖÐ (ÖÙÔÏÃÑÁÖÉÁ: KOSTAS VILLA / MOTION TEAM)
[Foto a cura di Kostas Villa – Motion Team]
Le scelte fatte a settembre, il (corposo) mercato di gennaio, i cambi nella lista UEFA per la fase ad eliminazione diretta e… un pizzico di sfortuna. Queste sono le grandi avventure dell’Olympiakos di Pedro Martins che porteranno gli erithròlefki a incontrare l’Arsenal (andata 20 febbraio a Faliro, ritorno 27 febbraio all’Emirates) in Europa League con la bellezza di soli… 19 giocatori nella Lista A!

4 SETTEMBRE 2019: LA LISTA DEI 21 PER I GIRONI DI CHAMPIONS LEAGUE

Portieri: Sá, Allain.
Difensori: Gaspar, Semedo, Cissé, Elabdellaoui, Meriah, Papadopoulos, Torosidis, Tsimikas.
Centrocampisti:
Bouchalakis, Camara, Podence, Guilherme, Masouras, Benzia, Ranđelović, Valbuena.
Attaccanti: El-Arabi, Guerrero, Lovera.

Pedro Martins si fida di chi ha dato il meglio nella cavalcata dal secondo turno dei preliminari fino ai gironi di Champions League. Non ha incluso Koutris, Soudani, Ba, Bruno, Markovic, oltre ai lungodegenti Christodoulopoulos Fortounis.

IL MERCATO DI GENNAIO STRAVOLGE TUTTO

Avete presente la lista letta poco fa? Quattro nomi sono partiti:

Yassine Benzia, preso come sostituto di Valbuena, è tornato alla base (Lille) per poi firmare al Dijon un contratto di 3.5 anni. In 9 presenze complessive, non ha completato nessuna partita di 90′: un flop.

Yassine Meriah, reduce da disastrose partite soprattutto in Champions League, è stato ceduto in prestito con diritto di riscatto al Kasımpaşa, dove si è presentato con un’autorete di tacco contro il Galatasaray.

Daniel Podence, la cessione per eccellenza al Wolverhampton. Ha lasciato un ottimo ricordo e, oggettivamente, anche un vuoto tecnico.

Miguel Ángel Guerrero, invece, era partito come il centravanti titolarissimo nel 4-2-3-1 di Martins. Poi El-Arabi ha cominciato ad essere una macchina da gol, con lo spagnolo che ha cominciato a riscaldare sempre di più la panchina. Il desiderio e la voglia di giocare maggiormente lo hanno spinto alla sua ex squadra, il Leganes, con la formula del prestito.

Ah, non vi abbiamo riportato un dato importante: la UEFA permette solo tre cambi rispetto alla lista presentata a settembre. Quindi un posto è definitivamente andato. Ma non finisce qui.

I TRE CAMBI (INTELLIGENTI) DI MARTINS: BA, FORTOUNIS E SOUDANI

Senza Meriah, si è liberato uno slot nel reparto difensivo. Con Cissé Papadopoulos ancora presenti in lista e Semedo titolare fisso, Ousseynou Ba è il giocatore giusto da inserire. Dopo una prima parte di stagione in cui ha visto pochissimo il campo, Ba sta formando negli ultimi due mesi una coppia saldissima con Semedo: quindi non escludiamo di vederlo in campo anche contro l’Arsenal.

Uno dei due lungodegenti tornava dall’infortunio proprio a ridosso dell’inizio della fase ad eliminazione diretta di Europa League. E non poteva non essere scelto Kostas Fortounis, il capitano e tra i giocatori più abili tecnicamente. Martins lo sta schierando con cautela, per evitare ricadute, ma vede che il 27enne non ha risentito psicologicamente dall’infortunio ai legamenti del ginocchio.

Il terzo nome è stata la mossa più furba di Martins. Senza un trequartista come Podence e una punta come Guerrero, serviva un giocatore che avesse nelle sue gambe entrambi i ruoli. La scelta è quindi ricaduta su Soudani, un giocatore in crescita e con le caratteristiche ideali per far rifiatare i quattro giocatori offensivi.

Curiosamente, i tre giocatori in entrata nel mercato di gennaio – HassanEmre Mor Cafú – non sono entrati in lista.

LA TERZA MOSSA SI È RIVELATA LA PIÙ SFORTUNATA

Infatti, al 15′ di Atromitos-Olympiakos di domenica scorsa, Hillel Soudani si scontra con il centrocampista di casa Clarck N’Sikulu e viene sostituito. Si teme il peggio e infatti arriva la rottura del legamento crociato per lo sfortunato 32enne.

Quindi l’Olympiakos è passato dai 21 giocatori iniziali, ai 20 dopo il mercato di gennaio fino ai 19 giocatori disponibili in lista UEFA. Nemmeno in questo caso si può cambiare per il regolamento in vigore: secondo Sport24, si può sostituire un nome in lista solo in caso di portiere infortunato, cosa già successa in una competizione UEFA.

Pedro Martins, in mezzo alla doppia sfida con l’Arsenal, ha anche il big match con il PAOK Salonicco: in questa partita potrà fare affidamento ai nuovi arrivati, per far rifiatare i titolari in Europa.

Però affrontare la fase ad eliminazione diretta con soli 19 giocatori (su un massimo di 25) in Lista A, a causa di scelte sfortunate, può causare qualche scocciatura.

Seguiteci sui nostri account Instagram e Facebook!


I contenuti presenti sul blog “Il Calcio Greco” sono di proprietà de “Il Calcio Greco”.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma non autorizzate espressamente dall’autore.
Copyright © 2016-2020 Il Calcio Greco. Tutti i diritti riservati.

 

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...