PAOK e Xanthi rischiano davvero di essere esclusi dalla Super League 1?

La grande notizia di ieri, caduta come una bomba sul calcio greco, ha dell’incredibile: la EEA (Commissione dello Sport Professionistico greco) ha proposto la retrocessione per il PAOK – multiproprietà – e per lo Xanthi – a causa di infrazioni sulla composizione del pacchetto azionario. Ovviamente si tratta solo del primo passo, perché in Grecia le decisioni della EEA passano dalla Super League, che ha potere esecutivo riguardo a retrocessioni o decisioni restrittive. Successivamente, il caso entra sotto la lente della Commissione Ricorsi della EPO, la Federcalcio greca, e infine al TAS di Losanna.

COME HA FATTO IL GOVERNO AD INFLUENZARE QUESTA DECISIONE?

avgenakis
A sinistra Kyriakos Mitsotakis e a destra l’attuale viceministro dello sport Lefteris Avgenakis, quando ha vinto la moneta della Vasilopita del 2017

Il caso della multiproprietà Xanthi-PAOK si trovava sui giornali già da inizio dicembre, ossia quando il canale televisivo OPEN, di proprietà di Marinakis, ha mandato in onda questo servizio, scoprendo le carte sul «più grande scandalo della storia del calcio greco».

Il viceministro dello sport Lefteris Avgenakis ha cambiato due membri, sui cinque totali, della Commissione dello Sport Professionistico greco: al posto dei professori dell’Università della Tracia Dimitris Trantafillakis e Dimitris Avgitidis, arrivano il nuovo presidente Tzoulakis ad agosto e il professor Farantouris, professore dell’Università del Pireo, solo due giorni prima della decisione. I due nuovi membri si sono schierati a favore della retrocessione di PAOK Xanthi, cosa che ha suscitato molte reazioni.

Ci sono state anche polemiche riguardo al tempismo della decisione, arrivata proprio mentre il PAOK si trovava in campo ieri pomeriggio contro il Volos (vittoria per 1-0, 60′ Vieirinha, e sorpasso in vetta sull’Olympiakos, ndr).

αvg
«Αvgenakis sei finito»: striscione apparso durante PAOK-Volos di ieri

Invece Avgenakis, ormai nell’occhio del ciclone, su Twitter ha pubblicato:

E stamattina ha ricevuto anche un omaggio da parte di qualche hacker, che ha trasformato il proprio sito personale, attualmente offline, così:

avgenakis (1)

ANCHE UN MEMBRO DI NUOVA DEMOCRAZIA VA CONTRO LA DECISIONE DELL’EEA… E SI TRATTA DI ZAGORAKIS!

Il capitano di Euro 2004, ex presidente del PAOK ed ex eurodeputato con Nuova Democrazia Theodoros Zagorakis è pronto a lasciare il proprio partito, pubblicando questo comunicato:

La decisione di oggi della Commissione dello Sport Professionistico è esasperante, condannabile e senza precedenti. Si tratta di un prodotto a favore degli interessi di alcune società ed è un torto nei confronti del PAOK e del calcio greco. Non esiste alcun dubbio che il giudizio della Commissione è senza alcuna base legale.

Purtroppo anche la stessa composizione della Commissione solleva serie questioni etiche sull’intero procedimento. La situazione che si è creata nell’ultimo periodo sottovaluta l’intelligenza degli sportivi greci e sminuisce chi ha servito il calcio greco.

Siccome non ho imparato nella mia vita a risparmiarmi le parole e a nascondermi, dichiaro esplicitamente: L’autogoverno del calcio greco non può essere usato come giustificazione. Le persone che hanno nominato questa Commissione sono responsabili dell’attuale situazione nel calcio greco.

Ora la questione primaria è di fermare questa farsa. Se questo non avviene, se il PAOK non ne esce pulito, io non posso trovarmi nello stesso partito di coloro che si rivolgono a terzi contro il PAOK e lo stesso calcio greco. Mi impegnerò a dare il meglio per il PAOK, ovunque sia necessario.

PAOK-OLYMPIAKOS, UNA LOTTA TRA I GALLI DEL CALCIO GRECO

in.gr
Da sinistra: Avgenakis, in secondo piano Ioannis Kalpazidis (nipote di Savvidis e personaggio chiave nell’ambito della multiproprietà) e Ivan Savvidis [fonte in.gr]
Subito dopo la fine di PAOK 1-0 Volos, la società bianconera ha pubblicato un comunicato, chiedendo al premier Mitsotakis l’allontanamento del viceministro Avgenakis perché «è pericoloso per lo sport e per l’unione del paese».

Il vicepresidente del PAOK Makis Gkagkatsis, in una trasmissione televisiva, prima critica il tempismo della decisione («Volevano uno spargimento di sangue. Il comunicato dell’Olympiakos e la dichiarazione di Avgenakis sono come un teatro d’ombre») e poi minaccia:

Le reazioni del popolo del PAOK saranno senza precedenti. Tutta la gente è sotto shock per una decisione legalmente non supportata. Il governo di Nuova Democrazia vuole far retrocedere il PAOK. Avgenakis, lo dico chiaramente, sotto i comandi di Marinakis, vuole far retrocedere il PAOK. [Su Avgenakis] È la vergogna della Grecia, la vergogna di Creta, la vergogna di Irakleio. È una vergogna che rappresenti questo governo, è fuori dal mondo.

E l’Olympiakos risponde iniziando il proprio comunicato con questa pesantissima frase, rigettando al mittente le accuse:

Chi sta offuscando la storia del PAOK e lo ha portato in questa tragica posizione si chiama Ivan Savvidis.

A MEZZOGIORNO, MITSOTAKIS HA PRESO LE SUE DECISIONI

[Aggiornamento] Il premier Kyriakos Mitsotakis ha annunciato l’espulsione di Zagorakis dal gruppo europarlamentare di Nuova Democrazia, tramite un annuncio del portavoce del governo Stelios Petsas.

Infine, e questa è la notizia più importante, il Presidente del Consiglio ha deciso per un cambiamento della norma, con il blocco delle retrocessioni d’ufficio e una punizione che andrebbe dai 3 ai 10 punti di penalizzazione con ammenda. Voci vicine al governo dicono che il PAOK avrà 6 punti e lo Xanthi 10 punti di handicap in classifica, oltre ad una multa, scampando così ad una retrocessione.

Una situazione ancora tutta in divenire: Avgenakis, viste le critiche all’interno del suo partito, ha il posto più in bilico che mai e il tandem PAOK Xanthi ora dovrà aspettare la Super League per la decisione finale.

Quello che è certo, però, è il fatto che si stia scrivendo un’altra brutta pagina del calcio greco. E noi continueremo a raccontarvelo, nonostante tutto.

Seguiteci sui nostri account Instagram e Facebook!


I contenuti presenti sul blog “Il Calcio Greco” sono di proprietà de “Il Calcio Greco”.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma non autorizzate espressamente dall’autore.
Copyright © 2016-2020 Il Calcio Greco. Tutti i diritti riservati.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...