PAOK, con questa Europa è una storia da dimenticare

παοκ

Un’altra, l’ennesima, cocente eliminazione dai gironi di una competizione europea. Dopo essersi liberato dall’etichetta dell’eterno incompiuto in Grecia, il PAOK deve fare i conti anche con i tornei continentali, ritrovandosi con uno score decennale disastroso.

In Champions League ha tre eliminazioni (quattro sul campo, vista l’esclusione del Metalist Kharkiv nel 2013-2014) al terzo turno e due agli spareggi. In Europa League le eliminazioni dai gironi ammontano a tre, per mano di: Rapid Vienna nel 2012-2013 con Donis in panchina, Östersund nel 2017-2018 con LucescuSlovan Bratislava con Abel Ferreira nel 2019-2020.

Quello di giovedì scorso è stato «il momento più difficile da quando sono al PAOK» come ha dichiarato uno dei leader dei bianconeri, Fernando Varela. La squadra che ha affrontato lo Slovan al “Toumba” non ha ricordato purtroppo, al netto degli esecrabili errori arbitrali di cui non parleremo e dei 30 total attempts, quella che ha dominato lo scorso campionato.

A cominciare da Paschalakis, capace di ben 16 clean sheet in 30 partite della Super League 2018-2019, che non dà più la sicurezza di un tempo tra i pali; Pelkas, rilevata la fascia di capitano dal lungodegente Vieirinha, è evidente che ancora si deve ambientare nei nuovi schemi di Ferreira; un centrocampo da cui mancano pilastri tecnici e mentali come Mauricio Wernbloom; il centroboa Akpom che predica nel deserto. L’unico da salvare è Giannoulis, il sostituto in campo di capitan Vieirinha: il 23enne ara la fascia sinistra e fa tutto, dalla fase difensiva a traversoni pericolosi in avanti con una mentalità da cui deve ripartire il PAOK.

Adesso la squadra di Salonicco dovrà concentrarsi sui tornei nazionali, magari riprovando a fare il double della scorsa stagione. Però rimarranno sempre i problemi in Europa.

Basta questo ultimo dato per rendervi conto di quanto la situazione non sia tutta rose e fiori e di come potrà peggiorare: per i sorteggi in Europa si guarda il punteggio ranking degli ultimi cinque anni e con le ultime tre annate negative, il PAOK si ritroverà addirittura sotto all’AEK, che non ha nemmeno giocato in Europa per tutti i cinque anni! Ciò significa che i sorteggi, già dalla prossima stagione europea, saranno leggermente più complicati e questo vuol dire che la strada sarà subito in salita per i bianconeri di Salonicco.

Questo è il PAOK. Tra grandi gioie e grandi delusioni, tra il bianco e il nero, i suoi colori sociali. Non ci sono vie di mezzo e con questa squadra sarà sempre così…

 

Seguiteci sui nostri account Instagram e Facebook!


I contenuti presenti sul blog “Il Calcio Greco” sono di proprietà de “Il Calcio Greco”.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma non autorizzate espressamente dall’autore.
Copyright © 2016-2020 Il Calcio Greco. Tutti i diritti riservati.

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...