Preliminari Europa League: l’AEK avanza senza problemi, Atromitos e Aris eliminate

kraiova-aek-0-2-denlarge

Per le squadre greche, il terzo turno di qualificazione ai gironi di Europa League si conclude con due eliminazioni e un passaggio del turno. Andiamo ad analizzare meglio cosa è successo.

 

ATROMITOS

Dopo l’addio di Damir Canadi, che è stato in panchina a Peristeri per due stagioni e che ha ottenuto per due anni di fila il quarto posto in campionato, la società ateniese ha deciso di affidare le redini della squadra a Giannis Anastasiou. Dopo una carriera da giocatore passata tra Grecia, Olanda e Belgio, si ritrova alla seconda esperienza importante da allenatore, dopo essere stato dal 2013 al 2015 al Panathinaikos. La squadra, tuttavia, non è più quella dell’anno scorso: molti dei calciatori chiave della squadra, come Koulouris, Warda, Bruno e Giannoulis, erano in prestito e sono dunque tornati alle loro squadre. Per quanto riguarda il calciomercato in entrata, invece, arrivano Vellios dal Nottingham Forest, Charisis dal PAOK, Talocha dal Boavista, Farley Rosa e Tal Kahila da svincolati. Vellios, Charisis e Rosa hanno già avuto esperienze in Grecia, quindi non dovrebbero avere grandi problemi ad ambientarsi, mentre un discorso diverso va fatto per Talocha e Kahila. Sostituire calciatori di qualità come quelli dello scorso anno e raggiungere lo stesso traguardo non è un’impresa facile, ma vedremo cosa ci saprà regalare il nuovo coach.

 

ANDATA, LEGIA VARSAVIA – ATROMITOS 0-0

Tra i numerosi avversari, il Legia Varsavia era una delle squadre più temibili, la quale ha a disposizione diversi calciatori molto interessanti, come Cafù, Novikovas, Niezgoda, Martins (ex Olympiacos), Wieteska e Remy. La superiorità dei polacchi si fa sentire: 70% di possesso palla, 16 tiri totali e 16 calci d’angolo. Statistiche strabilianti, alle quali vanno aggiunte anche due traverse, colpite dai padroni di casa entrambe le volte su calcio piazzato; ciononostante l’Atromitos resiste, strappando un buon pareggio.

 

RITORNO, ATROMITOS – LEGIA VARSAVIA 0-2

La prima vera occasione della partita è targata Atromitos, quando al 16′ un calcio di punizione da posizione defilata finisce dritto sulla traversa. Dodici minuti dopo arriva il vantaggio degli ospiti con Stolarski che, su asist di Gvilia, calcia rasoterra dal limite dell’area e spedisce il pallone dritto all’angolino. Al 51′ arriva il secondo goal del Legia che chiude il match. Contropiede di Vesovic che avanza palla al piede sulla fascia destra, crossa sul secondo palo e Gvilia con una zampata al volo riesce ad insaccare in rete.

 

AEK

Dopo aver rescisso il contratto con Manolo Jiménez, i Kitrinomavri hanno ingaggiato Miguel Cardoso come nuovo allenatore, al termine di una stagione – la scorsa – non troppo entusiasmante. Per rafforzare la squadra ci sono stati pochi acquisti ma mirati per puntellare principalmente centrocampo e attacco: dal Norwich City arriva un rinforzo di spessore, Nelson Oliveira, 28enne portoghese di ruolo centravanti; dalla Roma viene prelevato Daniele Verde, giocatore offensivo polivalente; raggiungono la corte di Cardoso anche David Simão, ex Royal Antwerp, Vranješ, che ritorna in prestito per un solo anno dall’Anderlecht e Francisco Geraldes, anche lui in prestito per un anno dallo Sporting Lisbona. I tifosi non vedono l’ora di vedere l’impostazione offensiva che darà Cardoso alla squadra (che conta ben 6 calciatori portoghesi) e sognano di poter tornare a competere per il primo posto, anche se quest’anno sarà probabilmente uno dei più combattuti degli ultimi anni per il titolo.

 

ANDATA, UNIVERSITATEA CRAIOVA – AEK 0-2

La partita rimane bloccata fino sullo 0-0 fino al 61′, quando Francisco Geraldes da oltre 25 metri crossa in mezzo per Mantalos che tutto solo colpisce di testa, con il pallone che scavalca il portiere fuori posizione.

Il raddoppio arriva all’84’ con la rete di Marko Livaja che, sempre su assist di Geraldes, incrocia benissimo con il destro e gonfia la rete.

 

RITORNO, AEK – UNIVERSITATEA CRAIOVA 1-1

Il match di ritorno sembra essere in discesa per l’AEK, che però non va oltre il pareggio.

Al 26′ Mantalos apre le marcature: salta un difensore, entra in area, sterza e di sinistro la piazza angolata.

Il superfluo goal del pareggio da parte dei romeni arriva al minuto: Bancu dalla fascia sinistra lascia partire un cross in mezzo sulla testa di Ivanov che non deve far altro che buttarla in rete, complice anche un’uscita sbagliata da parte di Barkas.

 

Aris

Dopo un mercato non troppo entusiasmante – da segnalare il ritorno in Grecia di Brown Ideye, questa volta con i gialloneri di Salonicco – l’Aris viene eliminato con molto rammarico dai preliminari di Europa League, dopo un doppio confronto “all’ultimo sangue” con il Molde. Dopo l’incredibile stagione dello scorso anno, la prima in Super League dopo ben 4 anni, i ragazzi allenati da Pantelidis hanno tutte le carte in regola per raggiungere di nuovo la zona alta della classifica.

 

ANDATA, MOLDE – ARIS 3-0

Saranno proprio i 3 goal dell’andata a condizionare il passaggio del turno dei Kitrinomavri, protagonisti di una pessima prestazione.

Al 27′ arriva il vantaggio degli svedesi, con Wolff Eikrem che di piatto la piazza all’angolino dopo una serie precisa di passaggi.

Il raddoppio arriva cinque minuti dopo, grazie ad un passaggio sbagliato da parte del portiere dell’Aris Cuesta che regala il pallone agli attaccanti avversari, tra cui è Hestad a segnare.

Al 64′ i gialloneri perdono completamente il controllo della partita, con Velez che si fa espellere per D.O.G.S.O (“fallo da ultimo uomo”).

Il terzo ed ultimo goal viene siglato da Ellingsen, che calcia forte da fuori area.

 

RITORNO, ARIS – MOLDE 3-1 d.t.s.

Nonostante la remuntada, i Kitrinomavri vengono eliminati per un goal del Molde maturato nel primo tempo supplementare. A segno Matilla, Delizisis e Diguiny.

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...