Ελληνικά ταλέντα, ep. 3: Lazaros Lamprou

lamprou

C’è chi pensa che è meglio farsi notare giocando spesso in una squadra di medio/bassa classifica, piuttosto che fare panchina o giocare poco in una grande squadra. Ed è proprio per questo che il PAOK, avendo una rosa lunga e da sfoltire ma allo stesso tempo piena di giovani promettenti, durante la sessione di calciomercato invernale dell’anno scorso, ha deciso di mandare in prestito il giovane Lazaros Lamprou in prestito al Panionios.

Lazaros Lamprou nasce il 19 dicembre 1997 a Katerini, città di 80.000 abitanti, distante meno di un’ora da Salonicco. Ha il fisico adatto per ricoprire il ruolo di centravanti, grazie anche alla sua statura (1.84) e a una corporatura normolinea.

Nel marzo 2014, dopo aver giocato per 3 anni con le giovanili under-17 del Panathinaikos, firma il suo primo contratto da professionista con i Tryfilli, il club che ha sempre tifato sin da bambino. Ma il rapporto con la sua squadra preferita è destinato a sfociare in un amore platonico: dopo aver esordito a fine ottobre 2015 con il Pana, nella vittoria interna per 3-0 contro il Levadiakos ottenuta in coppa, non avrà più la possibilità di giocare fino a fine stagione.

Quasi un anno dopo, nel settembre 2016, dopo aver rifiutato di prolungare il suo contratto con il Panathinaikos, accetta l’offerta dell’Iraklis, a cui si legherà con un contratto biennale. Al suo esordio assoluto con la nuova squadra, mette a segno il primo gol da professionista, nella partita di Super League a Larissa: al 10′ minuto del primo tempo, l’Iraklis riparte in contropiede con Pasas tiene il pallone sulla fascia sinistra e cambia gioco con un lancio preciso che finisce sui piedi di Lamprou; marcato da Jovanovic, stoppa il pallone a seguire e una volta in area fa il pallonetto, che scavalca tutti e finisce in rete.

Il gol, da 0:01 a 0:50.

 

Bastano pochi mesi e, a fine 2016, il PAOK annuncia l’acquisto del talentino dell’Iraklis per €300.000, facendogli firmare un contratto di 3 anni e mezzo, con l’opzione di giocare al Panionios fino a fine stagione. Non riesce ad incidere molto, nonostante le 14 presenze. Ma a luglio, quando il Panionios affronta l’ND Gorica per il secondo turno preliminare di Europa League, Lazaros si riscatta: nella partita d’andata, giocata a Nea Smyrni, il Panionios aveva vinto senza problemi per 2-0. Al ritorno, in Slovenia, realizza il gol che garantisce la vittoria per 3-2 ai danni degli avversari, facendo avverare una sempre più storica qualificazione al successivo turno preliminare per i rossoblù. Oltre il gol, realizza anche l’assist al compagno di reparto Yesil. Il gol realizzato da Lamprou merita di essere visto e rivisto: contropiede del Panionios, parte palla al piede dalla propria trequarti l’Iraniano Safi che, arrivato a centrocampo, temporeggia, vede la corsa centometrista di Lazaros che scatta alle spalle dei difensori sloveni e lo premia con un ottimo filtrante; di corsa, finisce in area, aspetta che il portiere avversario esca e lo beffa con un pallonetto.

Il gol, da 2:26 a 2:49.

Il 7 febbraio 2018, il talentino internazionale regala un altro gol al Panionios, questa volta ai danni del Lamia, in coppa: al 92′ Masouras gestisce il pallone sulla fascia destra e lo passa a Lamprou che, dopo aver dribblato il difensore Asigba, entra in area, finta un tiro e subito dopo con un pallonetto regala agli Istorikos l’accesso alle semifinali di Kypello Elladas, un traguardo che ormai mancava da ben 18 anni. Anche se la partita era già sul 3-1 prima del gol di Lazaros, la freddezza sotto porta anche a fine partita distacca su tutto.

Il ragazzo compirà 21 anni a dicembre, ha giocato con tutte le categorie della Nazionale, sebbene non ancora con quella maggiore. Ha un ottimo senso dello spazio, soprattutto in area, e anche per questo può ricoprire tutti i ruoli offensivi, come centravanti, ala e a volte anche trequartista. Sa calciare con entrambi i piedi, anche se privilegia il destro; è dotato di un’incontenibile corsa, che gli permette di effettuare cambi di direzione repentini, e di un controllo palla migliorabile. Conclude a rete molto spesso con efficacia, ha un’ottima resistenza allo sprint ed è uno dei migliori dribblatori dell’intero campionato, caratteristiche che abbinata alla spiccata abilità tecnica lo rende, almeno per noi de Il Calcio Greco, il più promettente di tutti.

Durante la stagione corrente, Lamprou ha disputato 22 partite, mettendo a segno 5 gol.

A giugno, il suo prestito al Panionios terminerà, e sarà da vedere se il PAOK deciderà di mandarlo di nuovo in prestito, o investire su di lui. Comunque vada, è davvero un talento, che negli anni a venire è destinato ad esplodere. Nel 2014, fu l’unico calciatore greco ad essere inserito nella Top 40 young talent in world football – born in 1997″, dal quotidiano britannico The Guardian.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...