Panathinaikos, l’incubo continua

pwri

La società dei Prasinoi non ha rispettato la deadline per pagare lo stipendio arretrato al difensore tedesco Jens Wemmer, che ha disputato 10 misere partite con il Pana tra il 2015 e il 2017. In seguito a questa scadenza, l’EPO ha deciso di penalizzare il Panathinaikos con 3 punti in classifica.

Il calciatore tedesco afferma la mancata retribuzione di circa €500.000 e, il club di Atene, ha portato il caso alla Corte di Arbitrato. In quanto il team legale del calciatore e la società non sono riusciti a giungere ad un accordo comune, la Federazione ha deciso di penalizzare il Pana con 3 punti, anche se il club ha a disposizione fino alla giornata di venerdì prossimo per ripagare il debito per rimuovere la penalizzazione.

I Prasinoi hanno pagato un anticipo di €50.000 a Werner, sperando che l’EPO avrebbe revocato la sentenza, ma nonostante la buona volontà del club di raggiungere un accordo con il team del calciatore, il tempo utile per retribuirlo è scaduto ed ora la sentenza è definitiva.

La faccenda sembra andare peggiorando: nonostante i 3 punti di penalizzazione, il Panathinaikos rischia di vederne altri e 3 revocati se il debito di €500.000 non sarà completamente estinto entro venerdì prossimo, cinque giorni dopo il match contro il Panionios. Nel caso il club non riuscisse a pagare, i punti di penalizzazione arriverebbero quindi a 6. Ma ricevere 3 punti di penalizzazione per due volte non consecutive significherebbe retrocessione automatica.

Il Panathinaikos sta preparando l’appello per convincere l’EPO a riaprire il caso sui 3 punti di penalizzazione, facendo leva sul fatto che i €50.000 anticipati dovrebbero salvare la società da qualsiasi penalizzazione.

A questa continua corsa contro il tempo si aggiunge una timida, anzi timidissima, possibilità che il club possa essere rilevato da un nuovo gruppo: la Pan Asia Investments. La richiesta del gruppo asiatico è veritiera e totale, ossia si tratterebbe di acquistare tutte le quote del club. La data di scadenza dell’offerta è fissata al 10 luglio 2018, ma il gruppo di investitori asiatici vuole chiudere l’affare il prima possibile, invitando l’attuale presidente Alafouzos a dare una risposta. Tuttavia, ci sono 6 condizioni imposte dal gruppo del Sol Levante:

  1. I venditori devono fornire garanzie adeguate nel caso in cui le azioni non vengano consegnate prive di passività, imposte, ipoteche e prestiti.
  2. Il club non può essere retrocesso in categorie inferiori rispetto alla Super League.
  3. Eliminare il consiglio di amministrazione dell’acquirente entro 48 ore dalla firma dell’affare.
  4. Approvazione da parte del consiglio di amministrazione sia dell’acquirente che del venditore.
  5. Diligenza dovuta con gli aspetti legali, finanziari e fiscali dell’accordo.
  6. Risoluzione di tutte le licenze necessarie in modo da raggiungere la transazione proposta con ragionabili accordi per ambedue le parti.

L’offerta includerebbe l’acquisto della maggioranza delle due partecipazioni azionarie e di qualsiasi altra attività legata al club. L’intenzione della Pan Asia Investments è di rilevare il club senza alcun debito.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...