L’EPO ha deciso : l’Iraklis retrocede in Football League, ma il club vince in appello di primo grado.

iraklis14-783x494

Non è bastata una finale di Kypello Elladas imbarazzante e i conseguenti incidenti che hanno fatto il giro del mondo a rendere ancora più ridicola l’organizzazione calcistica ellenica.

L’EPO, la Federazione Calcio Greca, ha deciso di penalizzare un mese fa l’Iraklis di 3 punti in classifica, dopo un’attenta riunione con tutti i più importanti membri del calcio greco. Di conseguenza, se ufficiale, l’Iraklis sarebbe a 26 punti in classifica, a pari con il Levadiakos, che però si salverebbe grazie alla differenza reti, affondando l’Iraklis in Football League, dopo una stagione sofferta ma con una salvezza meritatissima.

La penalizzazione è dovuta al trasferimento, considerato illecito, del calciatore greco Nikos Pourtoulidis all’Apollon Smyrnis.

Il trasferimento è stato considerato illecito poiché la società di Salonicco non avrebbe pagato  lo stipendio del calciatore per 8 mesi nella stagione 2015/2016. 

La società ha provveduto immediatamente a risarcite il calciatore, come imposto dalle regole sportive ed è stata graziata dalla Federazione, la quale non ha imposto una multa aggiuntiva.

Rimane il mistero del perché della penalizzazione a campionato finito, un anno dopo. Evidentemente la società di Livadeia è “cara” a qualcuno di importante, come già ampiamente dimostrato in “Koriopolis”.

Ma come anticipato nel titolo, non sarebbe questa vicenda a far retrocedere l’Iraklis, visto che il club dopo la sentenza dell’EPO ha promosso impugnativa, riuscendo a vincere il primo grado. Un passo avanti di sicuro, ma c’è ancora il secondo grado.

Come è logico che sia, ogni squadra in Grecia (come nel resto del mondo) per disputare il campionato, deve avere un’adeguata licenza. L’Iraklis è tutt’oggi sprovvisto della licenza (che viene rilasciata dall’EPO) per prendere parte alla prossima stagione di Souper Ligka Ellada, per problemi finanziari.

Il club di Salonicco, che si è appellato al Tribunale competente, ottenendo la vittoria in primo grado, per la vicenda sopra riportata, si trova ad affrontare questa ulteriore battaglia, ma conta sul fatto che la legge non impone automaticamente la retrocessione ad un qualsiasi club che non abbia ricevuto la licenza nel periodo pre campionato. Difatti in questo ultimo caso, ci sarebbero solo delle limitazioni economiche per il calciomercato estivo e l’obbligo di tesserare solo calciatori greci, potendo acquisire i requisiti anche successivamente prima dell’inizio della nuova stagione.

Si decide tutto nei prossimi giorni.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...