Gracias de todo, Chori.

chori

Non una parola fuori posto nelle interviste. Sei cartellini gialli in quattro stagioni per l’Olympiakos. Nessun cartellino rosso. Uno di quelli che “testa bassa e pedalare”, senza sfociare in arroganza o scriverlo sui social.

Gli sono bastate 4 stagioni con il River Plate per essere amato da tutta la tifoseria, che lo invita a tornare in Argentina per un’ultima stagione o per un posto da dirigente per la squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta.

Una carriera passata quasi interamente all’estero, in squadre come Rubin Kazan, Zenit St. Pietroburgo, Valencia, Rayo Vallecano, e per finire Olympiakos (incluso il River, ovviamente).

Signori e signore, Alejandro Damián Dominguez, per tutti “El Chori”. Perché “El Chori”? scopritelo voi…

 

La sua carriera inizia in Argentina, ma con un club poco conosciuto all’estero : il Quilmes. La prima stagione (2000-2001) conclude con 25 presenze e 6 reti; come inizio, promette bene.

Nel giugno 2001 il River Plate punta gli occhi sul giovane Chori, e lo acquista a parametro 0. Trascorre tre anni con “Los Millionarios”, non trovando molto spazio : gioca soltanto 30 partite condite da 9 goal. Ma il suo palmarès inizia a riempirsi, conquistando la Clausura per 3 anni di fila (2002,2003,2004) con il River.

Il primo gennaio 2004 il Rubin Kazan acquista a titolo definitivo Dominguez, versando 1 milione e mezzo di Euro nelle casse del club argentino. In 3 anni non riesce a vincere nulla ma convince molto nella stagione 2005/2006, quando la squadra sfiora il 3° posto (qualificazione in Europa League) e realizza 7 goal. Saranno 16 i goal totali fino al 2007, quando lo Zenit St. Pietroburgo lo rileverà per 7 milioni di Euro.

Dal 2007 al 2009 vestirà la maglia dello Zenit, dove gioca quasi sempre ma finalizza solo 7 reti. Vince l’edizione 2007/2008 della Coppa UEFA. Negli anni a seguire gira tra Valencia, Rayo Vallecano e ritorna in prestito al River Plate, fino al 3 luglio 2013, quando l’Olympiakos lo acquista per soli 2 milioni di Euro.

Quattro Souper Ligka ed una Kypello Elladas conquistate, 28 goal e 12 assist totali; ma soprattutto l’onore di indossare la maglia numero 10 con annessa fascia di capitano.

“Me ne vado provando una grande emozione. Come tutti, ho attraversato sia belli che brutti momenti… e sono cosciente di quanto sia stato difficile questo ultimo anno, incluse anche questioni familiari (mia moglie, i miei figli, etc…). Sono passati esattamente 4 anni da quando arrivai in questo club grazie ad un allenatore che ammiro e rispetto (Michel Gonzalez) e grazie anche al presidente (Evangelos Marinakis). Eravamo tutti convinti in quello che avremmo (e abbiamo) potuto fare con questi colori… e così è stato in molte occasioni! Oggi, vaglio altre possibilità, e mi concentrerò su questi nuovi impegni. Mi sento molto grato, e tuti i momenti passati mi hanno lasciato qualcosa da cui apprendere. Mille grazie a quelli che credono e che hanno creduto in me; grazie anche a quelli che non lo hanno fatto : mi hanno dato la forza per andare avanti, non arrendermi  e continuare a sognare. Grazie ai tifosi che mi hanno permesso di sentirmi uno di loro sin dal primo momento che sono arrivato qui e che mi hanno sempre incoraggiato dagli spalti di questo fantastico stadio. Il supporto, il calore e qualcos’altro che per me non si può comprare… il rispetto! Vi auguro il meglio con tutto il mio cuore, per sempre Thrile!      Alejandro Damián Dominguez (Chori).”

Questa la sua lettera d’addio all’Olympiakos.

Il gesto dopo la finale di Kypello Elladas 2015/2016 (persa) non ha prezzo. Esce dal campo perdente, ma bacia la mano alla figlia del capitano dell’AEK Atene, Petros Mantalos, mentre sta alzando la coppa.

chori

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...