Olympiakos : Bento esonerato, squadra affidata a Vasilis Vouzas. Tattiche a confronto, cosa cambierà?

vouzasEra nell’aria.

Paulo Bento è stato esonerato dall’incarico di allenatore dell’Olympiakos. Con un comunicato ufficiale da parte del club, diramato l’8 marzo, il presidente Evangelos Marinakis ha annunciato la fine della collaborazione tra il club e il coach portoghese, dopo la sconfitta rimediata per 2-0 contro il PAOK al Toumpa Stadium.

Fatale il K.O. a Salonicco, dove i bianconeri hanno spadroneggiato per tutta la partita rifilando 2 reti ai Kokkini. Ma quella contro il PAOK è l’ultima delle figuracce collezionate dalla squadra del Pireo in questa stagione : da ricordare la sconfitta a Larissa per 1-0 il 25 settembre, la sconfitta in Europa League per mano dell’APOEL Nicosia il 29 settembre, la sconfitta sempre contro i Ciprioti l’8 dicembre, i due pareggi di fila ottenuti rispettivamente contro Platanias e Asteras Tripoli, il pareggio nell’andata di Kypello Elladas contro l’ARIS per 1-1.

Queste le meno “pesanti”, visto che l’Olympiakos ha passato i gironi di Europa League ed è ancora primo in campionato. Ma a preoccupare è l’ultimo mese, partendo dalla sconfitta contro l’AEK Atene per 1-0 il 19 febbraio, continuando con la sconfitta al Karaiskis il 26 febbraio contro il Panionios per 0-1, fino ad arrivare al 2-0 del PAOK.

Nel frattempo c’è da segnalare anche una semifinale di Kypello Elladas raggiunta a stento grazie al 2-1 totale ottenuto contro l’Atromitos Athinon nel doppio confronto dei quarti di finale.

Numeri a parte, andiamo a capire cosa non ha funzionato.

Si può evincere dal risultato della prima partita (6-1) contro il Veria, che sarà la solita monotona stagione. Il modulo schierato è il 4231, ultra offensivo, facendo leva sul prestigio dei calciatori più forti come Cambiasso, Ideye, Milivojevic, Marin e Seba. Il modulo viene riconfermato spesso per tutta la stagione, ma vengono ignorati del tutto (a turno) Cambiasso, Dominguez e Marin.

Modulo confermato come per esempio nella 2° partita contro l’Iraklis. Modulo uguale a quello utilizzato contro il Veria, calciatori diversi. Fa la sua prima apparizione Dominguez, ma come punta; alle sue spalle Cardozo, Pardo e Seba.

Ruoli totalmente inappropriati : Dominguez, centrocampista offensivo adattato a punta centrale. Cardozo, attaccante che atletismo non ha, adattato a trequartista. Pardo, ala destra che sta facendo benissimo in Francia con il Nantes (in prestito), adattato come mezza punta. Seba, ala destra, adattato come trequartista. Questo è più o meno il filone che seguirà Bento per tutte le partite. Modulo mediocre per un allenatore mediocre, assunto da una società ancora più mediocre.

Vouzas invece ha confermato il modulo del suo predecessore, modificando alcuni calciatori. Martins e Marin centrocampisti centrali, Androutsos, Cambiasso e Fortounis trequartisti, Dominguez punta centrale. Sicuramente meglio rispetto a Bento, ma rimangono dubbi su Cambiasso e Dominguez : entrambi 36enni e prossimi all’addio, schierarli così avanti e affiancandoli a due giovani veloci come Fortounis e Androutsos non è il massimo.

La nostra soluzione? Disponendo di ottimi centrocampisti con qualità ed esperienza, e attaccanti rapidi e finalizzatori, perché non provare il modulo “ad albero di Natale”?

Il 4321.

Kapino, Figueiras, Botia, Viana, De la Bella, Cambiasso, Martins, Fortounis, Seba, Marin, Ansarifard.

Per quanto riguarda la retroguardia non si riscontrano problemi, visto che sono tutti di ruolo e possono coprire anche più di una posizione. Il centrocampo disposto a 3 con Cambiasso centrale, affiancato a destra da Martins e a sinistra da Fortounis. Più avanti troviamo i rapidissimi Seba e Marin alle spalle di Ansarifard, riscoperto punta centrale proprio da Bento, tenendo presente che Marin e Fortounis possono essere tranquillamente scambiati di ruolo nel corso della partita. Una panchina di tutto rispetto con Romao (centrocampista centrale), Elyounoussi (ala sinistra/destra), il giovane Retsos (centrocampista centrale) che può far riposare e allo stesso tempo insidiare Cambiasso, il sempreverde Dominguez (centrocampista offensivo) e Cardozo (attaccante).

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...