Souper Ligka 15° giornata: Platanias ammazza grandi, fermato l’Olympiakos. Panionios e Xanthi continuano a vincere, Panathinaikos-AEK finisce a reti bianche

La prima partita della 15° giornata si apre con una sorpresa: il Veria vince lo scontro salvezza per 2-0 contro il Levadiakos, portandosi così a 11 punti in classifica e rendendo la lotta per la retrocessione più competitiva. Al 35′ il terzino sinistro del Veria, Stavros Vasilantopou, si porta il pallone fino alla linea di fondo per poi crossare; il difensore Tripotseris allontana di testa fuori area dove c’è Sahpekidis che con un bel sinistro a giro piazza il pallone sotto il sette.  Il raddoppio arriva al 46′ con Kapetanos che dopo l’uscita con i pugni del portiere Namasco su cross di Sarpong, consegna il pallone sui piedi dell’attaccante dei padroni di casa che a porta vuota segna.

Altra sorpresa di questa giornata è sicuramente il pareggio tra Platanias e Olympiakos, partita finita 2-2. Dopo la vittoria sul Panathinaikos della scorsa giornata, i trifogli rossi si dimostrano “ammazza grandi” ancora una volta. Anche l’anno scorso la squadra di Creta riuscì a pareggiare 1-1 contro l’Olympiakos: quella fu l’unica partita dove i kokkini non vinsero. Si parte subito al 4′ minuto con il bomber Ideye che, su passaggio deviato di Marin, entra in area alle spalle del difensore Banana che per rinviare fa sbattere il pallone sul petto del nigeriano che finisce in rete. Nove minuti più tardi è di nuovo Ideye che su cross di rasoterra di Della Bella appoggia a porta vuota, complice anche una défaillance del marcatore difensivo Kargas. Se la partita sembrava finita, la squadra del Pireo si sbagliava: rimessa laterale di Stathis che attraversa tutta l’area di rigore, finta di corpo di Giakoumakis sul suo marcatore Viana e l’attaccante greco scaraventa il pallone all’angolino sinistro. Al 39′ passaggio corto di Didac per Manousos che vede l’inserimento spalle alla difesa di Giakoumakis, lo serve di prima ma quest’ultimo viene atterrato in area di rigore da Leali. Episodio dubbio. Dal dischetto si presenta Manousos che tira centrale spiazzando il portiere italiano.

Lo Xanthi continua a vincere, questa volta a discapito del PAS Giannina: sfida-spareggio per l’Europa, che vede la regina di Tracia trionfante. Al 21′ De Lucas verticalizza a centrocampo con Vasilakakis che allarga sulla sinistra per Triadis che, a sua volta, premia la sovrapposizione in area di rigore di Baxevanidis che crossa in mezzo dove Soltani con una zampata beffa la difesa del PAS. Il raddoppio arriva nei minuti finali, più precisamente all’88’ con Younes che dalla trequarti prova un tiro che viene deviato da Skondras che finisce in rete.

Il Panionios procede spedito, piegando l’Atromitos Athinon per 1-2. Ad aprire le danze ci pensa il francese Nabouhane (che dovrà sostituire ora Ansarifard) al 23′ con una punizione dai 30 metri che gira e finisce sul palo interno rimbalzando in rete. L’Atromitos Athinon pareggia al 49′ con un rigore messo a segno da Javier Umbides. Dieci minuti più tardi, Nabouhane triangola a centrocampo con Shojaei e si protrae palla al piede fino al limite dell’area di rigore dove si ferma, verticalizza di nuovo con Shojaei che la passa a Savvidis che calcia preciso all’angolino firmando la vittoria degli istorikòs.

Altro rocambolesco risultato è quello della partita tra Asteras Tripoli e Panetolikos, finita  4-1 per i padroni di casa. Il primo goal del match però è dei kanarinia, con Munoz che al 10′ su cross di Rosa, stoppa la palla in area e segna beffando Donnarumma. La risposta dell’Asteras arriva al 38′ con Mazza che da centrocampo con un filtrante manda Manias in porta: il centravanti tira sul corpo del portiere ma sulla respinta Stanisavljevic ripara all’errore del compagno e segna. Subito dopo, al 32′, Mazza dal dischetto trasforma in rete. Al 49′ è ancora Stanisavljevic che sempre su ribattuta su tiro di Manias, segna il 3-1. Dieci minuti più tardi la ciliegina sulla torta è il bel goal rasoterra dalla distanza di Tsoukalas che finisce in rete, complice anche lo sbagliato posizionamento del portiere Kyiriakidis.

Il big match della giornata, il derby tra Panathinaikos e AEK, finisce a reti bianche. La prima occasione della partita è dell’AEK : colpo di testa a centrocampo di Galo, prova a rinviare il difensore Thelander che fa sbattere la palla su Leto, Mantalos ne approfitta ma dal limite dell’area calcia sull’esterno della rete. Un’altra clamorosa occasione è sempre targata kitrinomavri; al 31′ punizione battuta da Galo da destra che finisce in area dove Johannson incorna di testa ma Steele fa un miracolo e salva il pallone sulla linea di porta. Al 39′ è di nuovo AEK: punizione battuta da Mantalos sul secondo palo dove il difensore Lambropoulos al volo tira ma trova ancora uno straordinario Steele che gli nega il goal. Il resto della partita vede l’AEK dominare, per il Panathinaikos solo qualche squillo.

asteras

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...