Souper Ligka 13ª giornata: L’Olympiakos vince con il brivido, Xanthi corsaro. AEK e Panathinaikos deludono, PAS Giannina e Panionios non si fanno male

img_2236

Feste natalizie, (finalmente) si riparte in Grecia!

La prima partita che apre questa 13ª giornata vede impegnato lo Xanthi in casa dell’Iraklis. Alla squadra di Salonicco servono assolutamente i 3 punti in classifica per risalire dall’ultimo posto, mentre lo Xanthi gioca “senza pensieri”: vincere significherebbe continuare a inseguire l’Olympiakos in testa, perdere significherebbe restare comunque in piena zona playoff. Al 21′ viene assegnato un rigore per gli ospiti: dal dischetto si presenta Younes che fallisce l’appuntamento con il goal. Il tunisino si fa perdonare al 58′ quando su sponda di petto di De Lucas realizza l’unico goal della gara di controbalzo. A Xanthi si sogna ancora…

Il PAOK vince di misura sul campo del Levadiakos per 1-0, nonostante i 16 tiri totali e il 70% di possesso del pallone. All’84’ Djalma lascia partire un cross perfetto dalla trequarti destra e Pelkas incorna in rete, complice la deviazione del portiere Namasco. La squadra bianconera con questa partita colleziona la 3ª vittoria di fila dopo un inizio di stagione davvero sotto le aspettative.

La partita tra AOK Kerkyra e Atromitos Athinon termina in pareggio. Un punto a testa che non scontenta nessuno, anche se all’Atromitos Athinon forse sta un po’ stretto : il 5° posto, l’ultimo valido per i play-off, rimane a -3 punti. Passano in vantaggio i padroni di casa al 5′ minuto quando l’ala destra Georgiou Fotis entra su passaggio di Spinoulas sul lato destro dell’area di rigore e crossa per Kontos: il cross viene intercettato dal difensore Fytanidis che, spazzando, regala il pallone a Zorbas che, al limite dell’area, appoggia alla sua sinistra di nuovo verso Kontos, il quale dribbla il difensore Lazaridis e segna l’1-0. Dura a malapena 4 minuti il vantaggio del Kerkyra quando al 9′ l’Atromitos Athinon pareggia: dalla zona della bandierina Kivrakidis  crossa ed il bomber francese Anthony Le Tallec schiaccia il pallone a terra, beffando il portiere Koutzavasilis e pareggiando.

Il Larissa riesce a spuntarla sul Veria per 2-1, in una partita nervosa, che conta 8 ammoniti, un espulso, e ben 16 minuti di recupero al termine dei primi 45′! La causa? Lancio ripetuto di petardi e fumogeni da parte dei tifosi del Larissa. All’8′ minuto di recupero nel primo tempo, il Veria segna con Toni Calvo: Arce dalla trequarti con un passaggio preciso serve Calvo che al limite dell’area di rigore si accentra e con un rasoterra porta in vantaggio i rossoblù. Il pareggio del Larissa avviene al minuto 54′ con Pablo Gallego che di testa, su cross di Rentzas, beffa il portiere Kantimoiris, il quale era uscito fuori dalla porta durante il cross. I vyssini completano la rimonta all’82’ con un calcio di rigore, dagli undici metri Nazlidis tira forte e centrale e realizza il 2-1.

L’AEK Atene non va oltre lo 0-0 in casa contro il Panetolikos. Partita gestita dai kitrinomavri, molte occasioni non sfruttate le quali hanno dato poi vita a dei contropiedi quasi letali del Panetolikos: il nazionale Mozambico, Clesio Bauque, in 3 occasioni si è dimostrato velocissimo e fulminante, forse anche un po’ sfortunato visto che il portiere dell‘AEK, Barkas, ha parato quasi tutto. Nonostante il cambio in panchina con il subentrante Morais, sembra una stagione davvero fallimentare per l’AEK, che ora deve almeno proteggere il 5° posto, ma non sarà facile visto che PAOK e PAS Giannina sono in un buon periodo di forma e guadagnano terreno.

L’Olympiakos vince 2-1 in casa contro l’Asteras Tripoli. Partita davvero sofferta, e testimone di un errore arbitrale contro i kokkini. Al minuto 26′ Pablo Leonel Mazza scavalca con un tiro il portiere dell’Olympiakos, Nicola Leali, il quale dopo il tiro ostacola l’attaccante e lo fa cadere in area di rigore. L’arbitro del match, il signor Aristeidis Vatsios, assegna il calcio di rigore. Ma, strano a dirlo, questa volta ad aver ragione è l’Olympiakos. Nel momento in cui Mazza tira, il pallone non viene in alcun modo toccato da Leali ed il contrasto, avvenuto dopo il tiro, è assolutamente involontario poiché l’attaccante dell’Asteras va a sbattere, probabilmente in maniera volontaria contro il portiere, che era sulla sua traiettoria. Dal dischetto si presenta lo stesso Mazza che porta clamorosamente in vantaggio gli ospiti. Il pareggio dell’Olympiakos porta la firma di Kostas Fortounis, che dai 30 metri fa partire un bolide che si schianta sulla traversa interna e finisce in rete. Davvero un goal bellissimo, i nostri personali complimenti a Fortounis! Al 92′ arriva la beffa per l’Asteras Tripoli, che fino ad allora si era difeso discretamente, quando Marko Marin in una confusionaria azione vicino alla porta difesa da Donnarumma calcia in porta quasi alla cieca e regala alla squadra del Pireo i 3 punti.

La sfida più interessante della giornata tra Panionios e PAS Giannina termina 1-1. Al 43′ la squadra di Nea Smirne passa in vantaggio grazie al top player iraniano Karim Ansarifard, che servito dal connazionale Shojaei, inventa un goal a giro sul secondo palo bellissimo, da posizione defilata. Al 79′ arriva il pareggio degli ospiti con Tzimopoulos  che da più di 35 metri segna un goal bellissimo, simile a quello di Fortounis, con l’unica differenza che quello di Tzimopoulos è rasoterra.

Il posticipo tra Platanias e Panathinaikos vede la squadra di Ouzounidis crollare 1-0 contro la squadra cretese. Al 73′ il capitano del Platanias, Vanderson, crossa dalla fascia sinistra : colpo di testa sbilenco da parte del difensore Thelander, mentre il suo collega biancorosso Banana in sforbiciata gonfia la rete.

 

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...